Vorrei con questo post iniziare una serie di recensione di alcuni "oggetti misteriosi" che dalla Cina stanno letteralmente invadendo i nostri mercati e capire se vi e' o no una convenienza nel loro acquisto.
Alcuni di questi telefoni hanno caratteristiche che possiamo ritrovare in telefoni il cui valore commerciale è quasi il doppio e a volte tre volte maggiore.

Inizio con un primo posto sul brand LeEco



Conosciamo questa compagnia
LeTV è una compagnia cinese di Beijing  (Chinese: 乐视网; pinyin: lè shì wǎng letteralmente: "Leshi Network") fondata nel 2004 che la possiamo paragonare alla Netflix cinese, essendo la prima compagnia in Cina a fornire servizi di streaming e oggi rappresenta il colosso cinese dello streaming. Oltre ai servizi video, ha creato una TV privata e la compagnia si e' specializzata nella produzione di prodotti di alta tecnologia di "consumo" tra cui i loro smartphone che ora invadono il mercato americano, indiano ed europeo.
Per evitare confusione negli utenti in campo internazionale poichè LeTV ricorda come nome le televisioni, LeTV nel gennaio 2016 ha fatto il  rebranding del suo nome e logo chiamandosi LeEco  (Chinese: 乐视视频; pinyin: lèshì shìpín; letteralmente : "Leshi Video"), sopratutto per spinte espansionistiche negli USA.
La compagnia da essere il colosso cinese dello streaming si è trasformata in produttore di  "tecnologia di consumo" che svaria da "smart" biciclette elettriche connesse sino ad auto futuristiche e nel mezzo la produzione di eccellenti smartphone.



Nella seconda metà del 2015 la compagnia intraprese la "scalata" al mercato della telefonia mobile, introducendo modelli di costi "ridicolmente bassi" rispetto alla qualità di costruzione e dei contenuti tecnologici di cui erano costruiti. LeTV è  balzato agli onori della cronaca per il suo flagship LeTV 1S : appena una settimana dopo l'inaugurazione, LeTV aveva rivelato di aver ricevuto più di 11 milioni di pre-ordini per il dispositivo. Tra l'altro, oltre mezzo milione di pezzi erano stati venduti in un’ora e un milione di dispositivi in tre mesi, diventando subito uno dei produttori cinesi con il più alto tasso di crescita.
Da allora la compagnia ha cercato di estendere il mercato passando dalla Cina all'India, Europa e India, nascono così l'invasione di LeEco Tv e una svaraita collezione di smartphone.
A gennaio 2016 dopo il CES LeTV organizza la sua confrenza stampa per annunciare non solo il cambiamento del nome del brand, appunto LeEco ma sopratutto strategie di mercato.
LeEco è una abbreviazione  Le Ecosystem, per mostrare il rispetto dell'ambiente nei suoi metodi di produzione, e non solo, ma anche di maggiore diritti per i loro lavoratori.
LeEco quindi va alla conquista del mercato americano prima per quello che più sa fare : lo streaming televisvo, annunciando l'acquisto della compagnia di TV online Vizio per 2 miliardi di dollari.
Di pochi giorni fa l'annuncio che i suoi prodotti verranno venduti in Usa direttamente da Amazon, BestBuy



Ultima chiccha LeEco LeSee Pro non è  il nome del prossimo telefonino ma un auto elettrica futurista stile Tesla presentata al mercato americano dalla LeEco al suo primo evento organizzato negli Stati Uniti. La vettura presenta linee particolarmente futuristiche e ovviamente un modulo per i sensori posto sul tettuccio che risulta utile alla guida autonoma del veicolo. Il volante, o meglio, ciò che somiglia ad un volante, può essere “spinto” dentro il cruscotto durante le sessioni di guida autonoma in modo da sfruttare il servizio di streaming di LeEco (sì, la società ha presentato anche un nuovo servizio di streaming in stile Netflix). All’esterno ci sono anche delle luci che permetteranno ai pedoni di capire se l’auto è guidata dal suo utilizzatore o se si sta pilotando autonomamente.
Al momento però l’azienda non ha svelato né costo, né possibili finestre di lancio per il veicolo. Sconosciuti anche altri dettagli più tecnici a suo riguardo. Bisogna però tenere di conto che LeEco ha intenzioni serie: nel frattempo sta costruendo in Nevada una fabbrica da 1 miliardo di dollari, e come se non bastasse sta investendo capitali anche in Faraday Future, una startup californiana incentrata proprio sulle auto elettriche.
Un’altra piccola curiosità: la presentazione di LeEco LeSEE Pro è stata di fatto rovinata da Michael Bay. Il regista aveva una vettura a disposizione sul set di Transformer 5: non esistono  video o foto ma a quanto pare l’auto è andata distrutta praticamente in diretta.
Ultime particolarità di questa compagnia per dare un esempio della sua predominanza sul mercato cinese :  il suo servizio di streaming attualmente offre oltre 100000 episodi serie TV e 5000 titoli di film, il sito ha 250 milioni di pagine viste al giorno, 350 milioni di utenti per mese, 100 milioni di contenuti visti sui al giorno e 10 milioni al giorno su TV, cifre realmente impressionanti.

Bene mi fermo qui, nei prossimi giorni cercherò di postare qualche recensione dei "flagship" della casa cinese.


 

Risposte

Dealandia © 2019 - Tutti i loghi e marchi contenuti in questo sito appartengono ai rispettivi proprietari.